04 Apr

I diari di un blogger di Ryanair in Sicilia

I Miei Diari Siciliani: Atterrare A Comiso Ed Esplorare Ragusa

Amo la Sicilia, e anche se sono originario di una piccola città di questa stupenda isola, mi piace viaggiare ed esplorare zone diverse in cui non sono mai stato o mostrare alla mia ragazza non italiana la terra delle mie origini.

Ma iniziamo con la parte sud-est della Sicilia, dove ci sono diverse città patrimonio mondiale dell’UNESCO, con i suoi panorami spettacolari, le riserve naturali, le lunghe spiagge con acqua cristallina e, come dappertutto in Sicilia, del cibo delizioso. E per i fan della TV, è anche la terra della serie “Il commissario Montalbano”.

Dopo essere atterrati nel nuovo aeroporto di Comiso, abbiamo prenotato una stanza nel resort Villa Orchidea, proprio fuori l’aeroporto, dove la mia ragazza è andata nel centro benessere mentre io prendevo il sole in piscina.

Il primo giorno abbiamo noleggiato un’auto e siamo andati a Ragusa per visitare la città vecchia, chiamata Ragusa Ibla, una città barocca costruita in cima a una gola. Qui ogni angolo sembra un set cinematografico, dalla vista spettacolare sul canyon al sole che sublima il bianco-giallo dei monumenti. Una volta in piazza di fronte alla cattedrale non abbiamo resistito alla tentazione di un gelato da “Gelati DiVini”, una gelateria che vende gelati artigianali ai gusti più strani, dall’olio d’oliva al vino dolce, dalla carruba al finocchio selvatico, un must assoluto a Ibla. In più, oltre la piazza, abbiamo scoperto il “Teatro Donnafugata”, il più piccolo teatro d’Italia e assolutamente una gemma nascosta.

La tappa successiva è stata Modica, la cittá del cioccolato. Sì, la città è famosa per il cioccolato artigianale fatto con una ricetta azteca portata qui dagli spagnoli direttamente dal centro-America nel XVI secolo. E non è cambiata. Fermatevi alla “Antica Cioccolateria Bonajuto” e provate la cioccolata al chili e gli Mpanatigghi, biscotti farciti con un mix di mandorle, cioccolato e carne di manzo, sembrano disgustosi a descriverli ma in realtà sono buonissimi! Non potevamo immaginare di concludere la giornata in modo migliore che con una nuotata e un po’ di sole a Marina di Ragusa. E infatti è andata così.

Quando siete in questa parte della Sicilia, spostatevi da una spiaggia all’altra, Punta Secca (dov’è la casa di Montalbano) , Scoglitti, Scicli, Porto Palo di Capo Passero e poi prendete la strada per Noto e fermatevi a Marzamemi, un pittoresco villaggio di pescatori dove potete godervi una cena romantica sulla scogliera.

Giuseppe è un sales executive dell’ufficio marketing di Ryanair

Fonte www.blog.ryanair.com
08 Mar

Una Pagani tra le strade iblee

Pagani Huayra BC

[ultimate_spacer height=”20″]

Così il miliardario appassionato con Leonardo Da Vinci ha scelto proprio l’Etna, Modica, Ragusa e Villa Fegotto Chiaramonte Gulfi per far sfilare il suo ultimo gioiello di casa Pagani. Continua a leggere

17 Feb

Il Commissario Montalbano da lunedì 29 febbraio

Per i tanti appassionati di fiction, sta per tornare su Rai 1 la serie tv di successo Il Commissario Montalbano, in due nuovi episodi trasmessi in prima visione assoluta, che andranno in onda a partire da lunedì 29 febbraio 2016.

A interpretare il personaggio di Salvo Montalbano ci sarà ancora una volta il noto attore romano Luca Zingaretti, nei panni del simpatico commissario di polizia della cittadina di Vigata, intento a risolvere i fatti criminali della sua terra.

Fonte Blastingnews
16 Feb

Caldo e temperature alte in Sicilia a febbraio

In arrivo una potente ondata di caldo in Sicilia che porterà temperature oltre i 30°C per buona parte del mese di febbraio.

I meteorologi parlano di un tempo fuori dal normale, causato da forti venti di Scirocco (sud) che interesseranno grande parte della Sicilia sud-orientale e oltre.

La temperatura dell’acqua che già sfiora i 16°C risulterà essere ancora più calda da potersi permettere un bagno nelle acque di tutta la costa.

23 Nov

Il surf in Sicilia

surf in sicilia

 

A differenza di quanto si potrebbe pensare la Sicilia possiede un grande potenziale per tutti gli amanti degli sport estremi. Il surf in Sicilia nasce circa 20 anni fa quando ancora si conosceva poco e le tavole avevano uno shape molto antiquato.

Ad oggi sono molti gli sport acquatici praticati nelle coste siciliane, surf, kitesurf, windsurf ecc. Particolarmente conosciute sono le mareggiate di scirocco (vento da SE) che interessano le coste di Cava D’aliga, con decine di appassionati surfisti che intenti a destreggiarsi tra le onde.

Numerosi sono gli spot in tutte le coste da Nord, Sud, Ovest e Est della Sicilia e numerosi sono ormai i temerari surfisti che seguono l’onda.

 

Surfing in Sicily

10 Nov

Arriva l’estate di San Martino in Sicilia

[:it]

Da domani 11 novembre inizia la cosiddetta Estate di San Martino che si protrae per un periodo limitato che porta un clima di tepore e caldo in tutto l’emisfero boreale.

In Sicilia l’estate di San Martino porta un estate improvvisa con picchi di caldo oltre i 25° C.

Chiamato anche periodo della svinatura in cui il mosto diventa vino, da qui il proverbio “A San Martino ogni mustu diventa vino“.

[:]

02 Ott

Conosci i luoghi di Montalbano

[:en]  [:it] 

UN VIAGGIO ATTRAVERSO I LUOGHI DI MONTALBANO TRA TANTE CURIOSITA’, POSTI UNICI E INESPLORATI, SECONDO IL PUNTO DI VISTA DI MARE INDACO

Se non fosse per la serie di Rai1 nessuno conoscerebbe i luoghi di Montalbano e la loro bellezza senza tempo. Un itinerario che porta chiunque ne ha la fortuna, di innamorarsi e rimanere affascinato a tal punto da decidere di tornare e addirittura restarci per sempre.

Dal puntino rosso figurativo sull’immagine sopra, si parte a visitare le zone balneari più vicine ma anche le più conosciute, prima tappa in assoluto Punta Secca con la Casa di Montalbano che si trova proprio a ridosso della spiaggia, più volte trovatasi ad essere location della serie. Il piccolo villaggio marittimo, frazione di Santa Croce Camerina, vede nei tre mesi estivi un grande afflusso di turisti provenienti da tutta Italia e dall’estero, non mancano numerosi anche durante i periodi invernali grazie ai numerosi tour messi a disposizione dalle varie compagnie. Il grande faro risalente al regno borbonico sormonta con i suoi 35 mt di altezza tutto il circondario, composto da un piccolo porticciolo che ogni giorno vede la tradizionale vendita del pesce appena pescato dai pescatori del luogo, e un discreto numero di bar e ristoranti che si affacciano direttamente sulla spiaggia di sabbia con le sue acque cristalline.

punta secca

Punta Secca e il faro


La seconda tappa d’obbligo è sicuramente il Castello di Donnafugata che si trova a circa 10 km da Mare Indaco, spesso location di molti film e serie televisive, vedeva nel 2012 Zingaretti con l’attuale moglie usare proprio il castello come location per il matrimonio. Il maniero in stile neogotico risalente al tardo ‘800 è stato in realtà dimora di proprietà degli Arezzo, appartenenti alla nobiltà siciliana che ha origini impiantate nella Sicilia risalenti al 1130, ha una superficie di circa 2500 mt quadrati attorniato da un parco di 8 ettari di ulivi, grotte e scherzi fatti costruire dal barone per allietare le giornate. Uno degli scherzi più noti fatto costruire a muro a secco è il labirinto che vede una guardia in pietra disposta all’entrata. L’atmosfera è suggestiva e ti riporta con la mente in epoche medievali. Arrivare in macchina al Castello è sicuramente una goduria, passando per le viuzze di campagna strette di muri a secco, tipici del territorio ragusano che delimitano i perimetri delle chiuse (appezzamenti di terra) dove i pascoli sollazzano sotto gli alberi di ulivo e carrubo secolari della zona.

castello di donnafugata

Castello di Donnafugata


Un’altra tappa imperdibile del fantistico tour dei luoghi di Montalbano è sicuramente Ragusa Ibla, situata su una collina fu ricostruita interamente dopo il terremoto del 1693 che oggi vanta 14 dei 18 monumenti iscritti nel registro del patrimonio dell’umanità. Circa cinquanta le chiese in stile tardo barocco è stata più volte utilizzata come location di vari film e assolutamente da non perdere una passeggiata tra le “vanedde” che portano al Duomo di Ragusa Ibla con la sua maestosità e bellezza. Nella parte più orientale, si trova il Giardino Ibleo e sono inoltre presenti gli scavi della città antica, chiamata Hybla.

Il Duomo | Ragusa Ibla

Il Duomo | Ragusa Ibla


A seguire, a circa 15 km dal centro di Ragusa, si trova Modica altro emblema del barocco ragusano, disposta su vari livelli a causa dei fenomeni di antropizzazione succedutosi nelle epoche, anch’essa iscritta nel patrimonio dell’umanità è ormai riconosciuta a livello mondiale come patria della cioccolata, secondo un antica ricetta azteca risalente al 1746 durante la dominazione dal Regno di Spagna in Sicilia. Da non perdere assolutamente la Pasticceria Bonajuto fondata dalla omonima famiglia nel 1880, conosciuta oggi come la più antica fabbrica di cioccolato in Sicilia. Modica viene conosciuta come la città delle 100 chiese tra le chiese principali, i conventi e le piccole chiesette private, sicuramente la più importante il Duomo di San Giorgio.

Panoramica Modica

Panoramica Modica


Non da meno è Scicli, meta ambita negli ultimi anni di un turismo d’elite che ha visto la scorsa estate personaggi famosi fare tappa in questo piccolo paesino dalle forme presepiali, perla del baroco per eccellenza. Tappa imprenscindibile per chi vuole fare un tour dei luoghi di Montalbano serio, la via Mormino Penna dove risiede il Commissariato di Polizia in scena nella serie di Montalbano. Se volete gustare la cucina, quella tipica siciliana ma rivisitata in chiave moderna non potete perdervi il Satra un piccolo ristorante proprio di fronte al Commissariato, dove la Chef Rita Russotto vi delizierà con i suoi piatti di grande rilevanza culinaria.

Scicli

Scicli


Le distanze da Mare Indaco:

  • Punta Secca | 700 mt
  • Castello di Donnafugata | 15 km
  • Ragusa Ibla | 29 km
  • Modica | 40 km
  • Scicli | 25 km

Quando venite nei luoghi di Montalbano vi consigliamo di affittare una macchina a noleggio per potervi meglio spostare e raggiungere i posti che desiderate in completa libertà.

 [:]

29 Set

Treno del cioccolato gratuito domenica 11 ottobre con visita al Castello di Donnafugata

[:en] 

Il parco del Castello

 
Domenica 11 ottobre sarà possibile fruire gratuitamente del servizio di trasporto andata e ritorno del “Treno del Val di Noto” dalla stazione ferroviaria di Ragusa fino a quella di Donnafugata. Tutti quelli che utilizzeranno questo servizio potranno visitare gratuitamente sia il Castello di Donnafugata che il parco interno.

A renderlo noto è l’Assessore alla cultura e beni culturali, Stefania Campo a seguito di un intesa con l’Associazione Treno Doc di Palermo che ha promosso l’iniziativa “Treno del Val Di Noto”.

La partenza da Ragusa del treno con le carrozze d’epoca degli anni trenta avverrà alle ore 13,11 con arrivo a Donnafugata alle ore 13,30. Il rientro invece da Donnafugata è fissato alle ore 17,30 con arrivo alla stazione di Ragusa alle ore 17,48.[:it]Domenica 11 ottobre sarà possibile fruire gratuitamente del servizio di trasporto andata e ritorno del “Treno del Val di Noto” dalla stazione ferroviaria di Ragusa fino a quella di Donnafugata. Tutti quelli che utilizzeranno questo servizio potranno visitare gratuitamente sia il Castello di Donnafugata che il parco interno.

A renderlo noto è l’Assessore alla cultura e beni culturali, Stefania Campo a seguito di un intesa con l’Associazione Treno Doc di Palermo che ha promosso l’iniziativa “Treno del Val Di Noto”.

La partenza da Ragusa del treno con le carrozze d’epoca degli anni trenta avverrà alle ore 13,11 con arrivo a Donnafugata alle ore 13,30. Il rientro invece da Donnafugata è fissato alle ore 17,30 con arrivo alla stazione di Ragusa alle ore 17,48.[:]